Articoli con tag: classic rock

Memorabilia (26)

Una serie di post dedicata a oggetti particolari legati alla musica che mi sono trovato a possedere più o meno per caso; a differenza di tanti colleghi che ne vanno a caccia e ne posseggono centinaia se non migliaia, io me ne sono sempre abbastanza fregato, però in tanti anni di attività un tot di cose le ho raccolte e allora ho pensato di presentarle qui e raccontarne la storia, un po’ come sto ancora facendo con i dischi più strani che ho e le foto da me scattate, e come ho fatto con le spillette. In linea di massima si tratta di gadget realizzati dalle case discografiche a scopo promozionale o celebrativo, ma non mancherà qualche chicca privata.Presso la storica sede RAI di Via Asiago a Roma, in particolare nella Sala a, sono stati spesso organizzati concerti speciali trasmessi in diretta (a volte in differita) dalla radio, con la presenza di circa centocinquanta persone tra addetti ai lavori, invitati dagli artisti e vincitori di contest tra gli ascoltatori. Ho avuto la fortuna e il piacere di assistere a parecchi di essi, con il pubblico rigorosamente seduto, e per ognuno c’era sempre un biglietto/invito appositamente stampato. Quello qui sopra si riferisce all’esibizione voluta dalla fondamentale trasmissione “Planet Rock” (della quale, contrariamente a quanto capita di leggere in giro, non sono mai stato conduttore) degli allora emergenti Radiohead e si svolse il 2 maggio 1995, un paio di mesi dopo l’uscita di The Bends. Sono abbastanza certo che ci fossero un po’ di posti vuoti e ho il (vago) ricordo di una bella serata rock, con Thom Yorke – capelli gialli un po’ a caschetto – che faceva del suo meglio per “caricarsi”, visto che il palco si trovava come al solito a una decina di metri dalle prime file di poltroncine. Non avrei mai immaginato, e credo che non lo avrebbe immaginato nessuno degli spettatori, che non troppi anni dopo la band britannica sarebbe diventata il fenomeno che tutti oggi ben conoscono. All’epoca, l’impressione era quella di trovarsi di fronte a dei bravi britpoppers “deviati” in senso new wave, cosa che non era affatto male.

Memorabilia 1: Cartonato di In Utero dei Nirvana.
Memorabilia 2: Spaghetti dei Guns N’Roses.
Memorabilia 3: Bevute con Modena City Ramblers, Gaznevada e Skiantos.
Memorabilia 4: L’accendino Zippo dei Litfiba.
Memorabilia 5: Il “mobile” dei Sonic Youth.
Memorabilia 6: Il whisky dei Calibro 35.
Memorabilia 7: I testi rilegati dei Sisters Of Mercy.
Memorabilia 8: La lente di ingrandimento dei Litfiba.
Memorabilia 9: Le carte da gioco dei Casino Royale.
Memorabilia 10: Blocnotes e Mousepad dei Litfiba.
Memorabilia 11: Doppio disco di platino dei Nirvana.
Memorabilia 12: Foto autografata degli Hoodoo Gurus.
Memorabilia 13: Scaletta e locandina Sick Rose.
Memorabilia 14: Disegno originale Tre Allegri Ragazzi Morti.
Memorabilia 15: Statuetta di Jim Morrison.
Memorabilia 16: Set dei Metallica.
Memorabilia 17: De-Evolution: il libro.
Memorabilia 18: Devo, Mechanical Man autografato da sei (!) Devo.
Memorabilia 19: Testa in ceramica di David Bowie.
Memorabilia 20: Sagomati di Carmen Consoli.
Memorabilia 21: La tuta di Bob Mothersbaugh.
Memorabilia 22: Biglietti PFM e Gentle Giant, 1974.
Memorabilia 23: Biglietto Diaframma-Litfiba, 1985.
Memorabilia 24: Biglietto e libretto Tom Waits.
Memorabilia 25: Adesivi di Patti Smith.

Categorie: memorabilia | Tag: | Lascia un commento

Memorabilia (25)

Una serie di post dedicata a oggetti particolari legati alla musica che mi sono trovato a possedere più o meno per caso; a differenza di tanti colleghi che ne vanno a caccia e ne posseggono centinaia se non migliaia, io me ne sono sempre abbastanza fregato, però in tanti anni di attività un tot di cose le ho raccolte e allora ho pensato di presentarle qui e raccontarne la storia, un po’ come sto ancora facendo con i dischi più strani che ho e le foto da me scattate, e come ho fatto con le spillette. In linea di massima si tratta di gadget realizzati dalle case discografiche a scopo promozionale o celebrativo, ma non mancherà qualche chicca privata.Mi rendo conto che rispetto ad altri oggetti finiti in “Memorabilia” qui si sta parlando di “robetta”, ma dovete sapere che non gestisco la serie seguendo uno schema rigoroso, bensì improvvisando in base a quello che mi capita sotto gli occhi per caso, oppure che mi salta in mente. Comunque, per quanto non siano da togliere il fiato, questi quattro adesivi promozionali di Patti Smith realizzati dalla EMI Italiana (che era responsabile della Arista per il nostro paese) dovrebbero risalire all’epoca di Easter (credo, dato che quello di Wave a quanto pare non esiste). Stazionano insomma a casa mia, in condizioni perfette, da quarantadue anni, e questo secondo me basta a conferirgli un certo fascino vintage.

Memorabilia 1: Cartonato di In Utero dei Nirvana.
Memorabilia 2: Spaghetti dei Guns N’Roses.
Memorabilia 3: Bevute con Modena City Ramblers, Gaznevada e Skiantos.
Memorabilia 4: L’accendino Zippo dei Litfiba.
Memorabilia 5: Il “mobile” dei Sonic Youth.
Memorabilia 6: Il whisky dei Calibro 35.
Memorabilia 7: I testi rilegati dei Sisters Of Mercy.
Memorabilia 8: La lente di ingrandimento dei Litfiba.
Memorabilia 9: Le carte da gioco dei Casino Royale.
Memorabilia 10: Blocnotes e Mousepad dei Litfiba.
Memorabilia 11: Doppio disco di platino dei Nirvana.
Memorabilia 12: Foto autografata degli Hoodoo Gurus.
Memorabilia 13: Scaletta e locandina Sick Rose.
Memorabilia 14: Disegno originale Tre Allegri Ragazzi Morti.
Memorabilia 15: Statuetta di Jim Morrison.
Memorabilia 16: Set dei Metallica.
Memorabilia 17: De-Evolution: il libro.
Memorabilia 18: Devo, Mechanical Man autografato da sei (!) Devo.
Memorabilia 19: Testa in ceramica di David Bowie.
Memorabilia 20: Sagomati di Carmen Consoli.
Memorabilia 21: La tuta di Bob Mothersbaugh.
Memorabilia 22: Biglietti PFM e Gentle Giant, 1974.
Memorabilia 23: Biglietto Diaframma-Litfiba, 1985.
Memorabilia 24: Biglietto e libretto Tom Waits.

Categorie: memorabilia | Tag: | Lascia un commento

Memorabilia (24)

Una serie di post dedicata a oggetti particolari legati alla musica che mi sono trovato a possedere più o meno per caso; a differenza di tanti colleghi che ne vanno a caccia e ne posseggono centinaia se non migliaia, io me ne sono sempre abbastanza fregato, però in tanti anni di attività un tot di cose le ho raccolte e allora ho pensato di presentarle qui e raccontarne la storia, un po’ come sto ancora facendo con i dischi più strani che ho e le foto da me scattate, e come ho fatto con le spillette. In linea di massima si tratta di gadget realizzati dalle case discografiche a scopo promozionale o celebrativo, ma non mancherà qualche chicca privata.Il 17 luglio 2008 Tom Waits suonò a Milano nella bella cornice del Teatro degli Arcimboldi e, sì, il concerto valeva bene una trasferta apposita, anche se tra treno, pernottamento e costosissimo biglietto la spesa era ingente. Con me c’erano le due esponenti dell’Illuminata Direzione non ancora Illuminata Direzione, che si erano occupate dell’acquisto dei biglietti suppongo per metterli in conto spese alla Stemax (inutile dire che mi fu chiesto di pagare il mio, cash, perché tutto quello che i responsabili della cooperativa sui generis, come avrei appreso qualche anno dopo, si mettevano in tasca, non bastava). Soldi comunque ottimamente spesi, perché il concerto fu bellissimo (qui la recensione che ne scrissi all’epoca). Nella foto potete vedere il biglietto in questione, anonimo e bruttissimo come triste regola da un po’ impone, assieme al librettino – questo, invece, splendido – realizzato in cinquemila copie proprio per quel tour europeo, contenente un’intervista esplicativa a Waits.

Memorabilia 1: Cartonato di In Utero dei Nirvana.
Memorabilia 2: Spaghetti dei Guns N’Roses.
Memorabilia 3: Bevute con Modena City Ramblers, Gaznevada e Skiantos.
Memorabilia 4: L’accendino Zippo dei Litfiba.
Memorabilia 5: Il “mobile” dei Sonic Youth.
Memorabilia 6: Il whisky dei Calibro 35.
Memorabilia 7: I testi rilegati dei Sisters Of Mercy.
Memorabilia 8: La lente di ingrandimento dei Litfiba.
Memorabilia 9: Le carte da gioco dei Casino Royale.
Memorabilia 10: Blocnotes e Mousepad dei Litfiba.
Memorabilia 11: Doppio disco di platino dei Nirvana.
Memorabilia 12: Foto autografata degli Hoodoo Gurus.
Memorabilia 13: Scaletta e locandina Sick Rose.
Memorabilia 14: Disegno originale Tre Allegri Ragazzi Morti.
Memorabilia 15: Statuetta di Jim Morrison.
Memorabilia 16: Set dei Metallica.
Memorabilia 17: De-Evolution: il libro.
Memorabilia 18: Devo, Mechanical Man autografato da sei (!) Devo.
Memorabilia 19: Testa in ceramica di David Bowie.
Memorabilia 20: Sagomati di Carmen Consoli.
Memorabilia 21: La tuta di Bob Mothersbaugh.
Memorabilia 22: Biglietti PFM e Gentle Giant, 1974.
Memorabilia 23: Biglietto Diaframma-Litfiba, 1985.

Categorie: memorabilia | Tag: | Lascia un commento

Memorabilia (19)

Una serie di post dedicata a oggetti particolari legati alla musica che mi sono trovato a possedere più o meno per caso; a differenza di tanti colleghi che ne vanno a caccia e ne posseggono centinaia se non migliaia, io me ne sono sempre abbastanza fregato, però in tanti anni di attività un tot di cose le ho raccolte e allora ho pensato di presentarle qui e raccontarne la storia, un po’ come sto ancora facendo con i dischi più strani che ho e le foto da me scattate, e come ho fatto con le spillette. In linea di massima si tratta di gadget realizzati dalle case discografiche a scopo promozionale o celebrativo, ma non mancherà qualche chicca privata.Questa testa in ceramica di David Bowie realizzata con la tecnica giapponese Raku, che dal vero è molto più d’effetto  di quanto dica questa foto un po’ precaria, è l’ultimo oggetto particolare a essermi entrato in casa, un paio di settimane fa. Non è mia bensì della mia compagna, che l’ha acquistata direttamente dalla scultrice Maria Primolan; scegliere proprio questa tra le tante della serie, una più bella dell’altra (e tutte pezzi unici, ovviamente), che si possono ammirare all’indirizzo http://www.mariaprimolan.it, non è stato affatto facile.

Memorabilia 1: Cartonato di In Utero dei Nirvana.
Memorabilia 2: Spaghetti dei Guns N’Roses.
Memorabilia 3: Bevute con Modena City Ramblers, Gaznevada e Skiantos.
Memorabilia 4: L’accendino Zippo dei Litfiba.
Memorabilia 5: Il “mobile” dei Sonic Youth.
Memorabilia 6: Il whisky dei Calibro 35.
Memorabilia 7: I testi rilegati dei Sisters Of Mercy.
Memorabilia 8: La lente di ingrandimento dei Litfiba.
Memorabilia 9: Le carte da gioco dei Casino Royale.
Memorabilia 10: Blocnotes e Mousepad dei Litfiba.
Memorabilia 11: Doppio disco di platino dei Nirvana.
Memorabilia 12: Foto autografata degli Hoodoo Gurus.
Memorabilia 13: Scaletta e locandina Sick Rose.
Memorabilia 14: Disegno originale Tre Allegri Ragazzi Morti.
Memorabilia 15: Statuetta di Jim Morrison.
Memorabilia 16: Set dei Metallica.
Memorabilia 17: De-Evolution: il libro.
Memorabilia 18: Devo, Mechanical Man autografato.

Categorie: memorabilia | Tag: | 2 commenti

Memorabilia (15)

Una serie di post dedicata a oggetti particolari legati alla musica che mi sono trovato a possedere più o meno per caso; a differenza di tanti colleghi che ne vanno a caccia e ne posseggono centinaia se non migliaia, io me ne sono sempre abbastanza fregato, però in tanti anni di attività un tot di cose le ho raccolte e allora ho pensato di presentarle qui e raccontarne la storia, un po’ come sto ancora facendo con i dischi più strani che ho e le foto da me scattate, e come ho fatto con le spillette. In linea di massima si tratta di gadget realizzati dalle case discografiche a scopo promozionale o celebrativo, ma non mancherà qualche chicca privata.Nel 2000, l’allora seguitissimo disegnatore/autore americano Todd McFarlane varò la “McFarlane Toys”, che produceva statuette in resina molto ben realizzate alte una ventina di centimetri . Una delle varie serie era dedicata alla musica e tra i primi artisti a essere omaggiati c’erano Jimi Hendrix, Jerry Garcia, Janis Joplin e Jim Morrison. L’idea era simpatica e il costo accessibilissimo, e ricordo che nel 2001 ne comprai due: quella di Janis Joplin, che regalai a Carmen Consoli (era il periodo della mia biografia su di lei, e quindi ci si vedeva spesso) e quella, appunto, del frontman dei Doors, che ho conservato gelosamente – senza mai toglierla dalla confezione: la regola è questa – fino a oggi. Ho visto che su eBay ce n’è in vendita soltanto una a 200 dollari e questo mi spinge a domandarmi se è l’aspirante venditore a stare parecchio male o se a stare male sono, se esistono, gli acquirenti.

Memorabilia 1: Cartonato di In Utero dei Nirvana.
Memorabilia 2: Spaghetti dei Guns N’Roses.
Memorabilia 3: Bevute con Modena City Ramblers, Gaznevada e Skiantos.
Memorabilia 4: L’accendino Zippo dei Litfiba.
Memorabilia 5: Il “mobile” dei Sonic Youth.
Memorabilia 6: Il whisky dei Calibro 35.
Memorabilia 7: I testi rilegati dei Sisters Of Mercy.
Memorabilia 8: La lente di ingrandimento dei Litfiba.
Memorabilia 9: Le carte da gioco dei Casino Royale.
Memorabilia 10: Blocnotes e Mousepad dei Litfiba.
Memorabilia 11: Doppio disco di platino dei Nirvana.
Memorabilia 12: Foto autografata degli Hoodoo Gurus.
Memorabilia 13: Scaletta e locandina Sick Rose.
Memorabilia 14: Disegno originale Tre Allegri Ragazzi Morti.

Categorie: memorabilia | Tag: | 1 commento

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)