presentazioni

Vinile n.8

Sul nuovo numero di Vinile, in edicola già da qualche giorno e ancora per alcune settimane (si tratta di un bimestrale), c’è un mio lungo articolo – ben 14 pagine – dedicato agli Afterhours. Il taglio è “sui dischi” e quindi anche “da collezionisti”, con tutte le uscite dal 1987 a oggi (compresi promozionali e stranezze) e le relative quotazioni medie di ciascuna. Mi diverte, per così dire, sottolineare quanto io sia un pessimo “promoter” di me stesso: da nessuna parte ho scritto (o fatto scrivere) che sono l’autore di Senza appartenere a niente mai, la biografia atipica (ma ufficiale) di Manuel Agnelli uscita per Vololibero ormai un anno e nove mesi fa e tuttora acquistabile pressoché ovunque.
Ovviamente, il n.8 di Vinile contiene un sacco di altre cose interessanti, a partire da un articolo sui dischi più rari (e quindi cari, ma non potete immaginare quanto) di Vasco Rossi che mi ha lasciato basito.

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

The End (1983-1985)

La bellezza di trentatré anni fa, nell’ottobre del 1984, recensii il demo di una giovane band di Fano chiamata The End. Proprio la recensione qui fotografata, ripresa molto dopo nel mio libro Noi conquisteremo la luna – Scritti sulla new wave italiana, 1980-1985. Alla luce delle acerbe ma evidenti qualità dei ragazzi, non avrei mai pensato che quel nastro sarebbe rimasto un episodio isolato; anzi, avrei scommesso che di lì a poco sarebbe giunto un disco. Invece, non è andata così, e i The End scomparvero rapidamente dai radar. Tre decenni abbondanti dopo, mi sono deciso a rimediare all’ingiustizia, “costringendoli” a tirar fuori dai cassetti tutto il materiale all’epoca registrato e, assieme, abbiamo assemblato un album di addirittura diciannove tracce, pubblicato in CD – con una bellissima veste grafica e un ricco libretto informativo – dalla sempre ricettiva Spittle Records. Il disco si intitola Tears In My Eyes 1983-1985 ed è reperibile con facilità un po’ ovunque. Se a qualcuno interessa…

Categorie: presentazioni | Tag: , | Lascia un commento

In edicola (aprile)

edicolaDopo un mese di pausa, dovuto allo scoramento perché i numeri delle visualizzazioni ottenute dai post “In edicola” sono deprimenti rispetto a quelli dei post normali, torno a ricordare come ogni mese, nelle edicole, sia possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro completo di aprile.

Vinile n.7. Lungo articolo sulla prima produzione di Fabrizio De André per l’etichetta Karim, con “lettera aperta” a chi di dovere affinché essa sia finalmente valorizzata come merita.

 

 

 

 

 

AudioReview n.386Sezione musicale da me curata, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, Bohemian Rhapsody dei Queen), recensione estesa dei Depeche Mode, recensioni di Jesus And Mary Chain, Edda, Le Luci della Centrale Elettrica, Cesare Basile e Lift To Experience (ristampa).

 

 

Blow Up n.227. Recensioni di Crowd e Scent Merci.

 

 

 

 

 

 

 

Classic Rock n.53. Intervista ai Residents, recensioni di Bardo Pond, Buzzcocks (ristampa), Father John Misty, Red Lorry Yellow Lorry (ristampa), Soundgarden (ristampa), Wire.

 

Categorie: presentazioni | Tag: | 1 commento

Ho fatto l’attore

Non posso dire che sia la prima volta, dato che ho interpretato piccoli ruoli in alcuni videoclip (una decina di anni fa mi era anche passata per la mente un’idea assurda che ho avuto il buon gusto di archiviare: essere in cinquanta videoclip prima del cinquantesimo compleanno), ma in questo caso si è trattato di una recitazione vera e propria, anche se agevolata dal fatto che dovevo indossare i panni di… me stesso. È accaduto nel 2015 e il progetto “Bye Bye Radio” – organizzato da alcuni componenti dello staff di Radio Bombay di Perugia – sembrava essere stato ormai abbandonato; invece, anche con mia sorpresa, l’idea di una web serie dedicata al mondo della musica italiana cosiddetta alternativa è stata ritirata fuori dal cassetto. Ecco così che l’unica puntata finora girata, della quale sono co-protagonista assieme ai Fast Animals And Slow Kids, è in circolazione, intitolata “Quando non sei Federico Guglielmi”.
Chiaramente (in caso contrario, non mi sarei prestato), tutto è corre sul filo dell’ironia e dell’autoironia. Prender parte alla cosa, lo ammetto, mi ha divertito assai, e nulla mi importa se qualcuno penserà che sono un cretino; almeno per certi aspetti, è vero.
Qui il link alla pagina “di lancio” di Fanpage, nella quale c’è ovviamente il link alla puntata (che dura cinque minuti e mezzo)

Categorie: memorie, presentazioni | 1 commento

Uniplux

Benché li abbia conosciuti in tempo reale, ho sempre avuto difficoltà a considerare gli Uniplux un gruppo punk; un po’ senza dubbio lo erano, ma il loro sound e il loro approccio erano comunque piuttosto diversi da quelli degli esponenti “classici” del genere. Lo prova il loro primo 45 giri, edito nel 1982 addirittura dalla RCA, con un lato rock (melodico, e con voce femminile) e uno ben più aggressivo; se tutti i pezzi del repertorio fossero stati nello stile del secondo, i ragazzi avrebbero di sicuro raccolto consensi maggiori in quel circuito alternativo che fondamentalmente li snobbava, preferendogli colleghi più feroci e allineati – anche sul piano dell’estetica – al Verbo dominante. Trentacinque (e più) anni più tardi, un album solo in vinile – della cui esistenza sono indirettamente responsabile – consente di inquadrare meglio gli Uniplux.

Storia piuttosto breve ma parecchio intricata, quella della prima fase di attività del gruppo romano che, dopo essersi chiamato inizialmente Smash, adottò un nome che si ispirava a un diffuso farmaco da assumere per via rettale: tre anni da quando Fabio Nardelli e Francesco “Papero” Mancinelli – ben presto raggiunti da Renato Dal Piaz – trovarono l’uno nell’altro l’ideale partner in crime a quando, nel 1982, la band si sciolse, salvo poi rinascere e proseguire in modo discontinuo la propria parabola con altri organici facenti capo al solo Nardelli. Questo 33 giri si concentra però solo sui giorni ricchi di entusiasmo in cui gli Uniplux si impegnavano per fondere il loro antico amore per l’hard rock dei ’70 con l’attrazione per quel punk che pure da noi, in cronico ritardo sul resto del mondo, stava provando ad alzare la testa; un progetto, insomma, in piena sintonia con il clima di giorni in cui energia e voglia di fare – e dire: essenziali i testi in italiano, non privi di ingenuità ma determinati nella loro denuncia di disagio esistenziale e insoddisfazione socio-politica – compensavano le eventuali carenze di lucidità e i problemi incontrati per suonare dal vivo, registrare in maniera decente, semplicemente esser presi sul serio. Nonché farsi ingaggiare da un’etichetta… che doveva essere major, ovvio, perché il piccolo circuito indipendente snobbava quel tipo di sound e autoprodursi era una faccenda assai complicata. Continua a leggere

Categorie: presentazioni | Tag: , | 1 commento

In edicola (febbraio)

edicola Come ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro di febbraio.

 

ar384AudioReview n.384Sezione musicale da me curata, intervista di tre pagine a Enrico Rava, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, Aqualung dei Jethro Tull), articolo di approfondimento sul box The Early Years dei Pink Floyd, recensione estesa degli XX, recensioni di Mannarino, Paul Roland e Gianni Maroccolo (ristampa in vinile).

 

Blow UpBlow Up n.225. Cura e introduzione, più cinque schede, dell’articolo di diciotto pagine “20 Essentials: Punk 1978-1979”.

 

 

 

 

 

 

cr51-copClassic Rock n.51. Introduzione del lungo articolo di copertina sui Clash e pezzi specifici su “Cut The Crap”, i live della band e la carriera solistica di Joe Strummer.Recensioni di Michael Chapman e dei cofanetti Let’s Go Down And Blow Our Minds (psichedelia britannica dei Sixties) e dei Social Distortion.

.

 

 

can3(Noi siamo) Cantautori n.3. Recensioni di Brunori Sas, Mannarino, Ivan Graziani, Mick Harvey e Neil Young.

 

 

 

 

 

 

vinile6-copVinile n.6. Schede sui dischi da solista di Mauro Pagani.

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

Gimme Danger

stooges-film-locSono appena rientrato dalla visione in anteprima di Gimme Danger, il docu-film di Jim Harmusch dedicato all’epopea degli Stooges. Non di Iggy Pop, la cui carriera in proprio non è in pratica trattata, ma di Iggy & The Stooges: quindi, The Stooges, Fun House, Raw Power, Kill City e il periodo della “ricostruzione” della band, stranamente senza neppure accennare a The Weirdness e Ready To Die. Continua a leggere

Categorie: presentazioni | Tag: , , , | 1 commento

Addio, Robert (Fisher)

Nonostante le ricerche, non sono riuscito a scoprire quanti anni avesse Robert Fisher, mente e anima dei Willard Grant Conspiracy. Comunque, suppongo, non molti più di me. Non è importante, però; a esserlo, tristemente, è invece la sua scomparsa, dopo una lunga lotta contro il cancro, lo scorso 12 febbraio. A testimonianza delle sue capacità artistiche e della sua sensibilità rimangono numerosi dischi che sono di norma classificati – riduttivamente, ma appropriatamente – come alt-country, i migliori dei quali sono forse Flying Low, Mojave, Everything’s Fine e Regard The End. Era una bella persona, Robert, come ebbi occasione di verificare attraverso vari scambi di e-mail e un paio di incontri che avemmo fra il 2003 e il 2004; ovvero, quando mi concesse la possibilità di allegare al n.15 del Mucchio Extra un CD dal vivo della sua band, inciso all’Harmonie di Bonn, Germania, il 25 marzo del 2004. In quell’occasione mi inviò anche le “note di copertina” dell’album. che decidemmo di intitolare At Rockpalast-Crossroads; e sono proprio le sue parole che ho voluto riproporre qui per ricordarlo. Addio, Robert, e grazie ancora di tutto.
fisher-wgc-foto-110 luglio 2004, Antelope Valley, California
Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa a proposito di un concerto dei Willard Grant Conspiracy. Non avendone mai visto uno dalla prospettiva del pubblico, sono la persona meno indicata per farlo. Quindi cercherò di raccontarvi qualche impressione della serata in cui questo CD è stato registrato osservata dalla mia parte del palco. La sera dell’esibizione al Club Harmonie di Bonn, ho sognato che l’Olanda era stata invasa da un enorme numero di cavalli neri. Gli animali erano determinati a causare un putiferio dovunque fosse possibile e decisero di sdraiarsi per terra su tutti gli svincoli a sinistra delle strade dell’intero Paese. Nulla poteva muoverli. La brava gente olandese fu costretta a un dibattimento a livello nazionale per stabilire il modo più efficace e umano di sbarazzarsi di questi cavalli. Credo che gli animali avessero disposto la pur tardiva protesta per essere stati rimpiazzati come principale mezzo di trasporto oltre un secolo fa. Ai cavalli occorre un po’ di tempo per organizzare una risposta, ma quando lo fanno ciò avviene secondo modalità “da grandi cavalli”. Anche solo per questo motivo, non posso dimenticarmi di quella sera. Continua a leggere

Categorie: presentazioni | Tag: | 6 commenti

In edicola (gennaio)

edicola Come ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro di gennaio.

AudioReview n.383Sezione musicale da me curata, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, Hallelujah dei Rolling Stones), recensione estesa dei Pink Floyd, recensioni di Baustelle, Roberto Cacciapaglia, Ligabue, Soundgarden, Theatre Of Hate, Paul Revere & The Raiders.

 

 

Blow UpBlow Up n.224. Playlist 2016, recensioni di Bleach Boys, Leviathan, Mother Love Bone.

 

 

 

 

 

 

cr50-copClassic Rock n.50. Recensioni di Soundgarden, Diamond Head, Mother Love Bone e del cofanetto punk “Action Time Vision”.

 

 

 

 

 

 

pf-copPink Floyd (Classic Rock Monografie n.3). Articoli sui Pink Floyd del periodo Barrett e su A Saucerful Of Secrets, ampia scheda di Relics.

 

 

 

 

 

can2-cop(Noi siamo) Cantautori n.2. Recensioni di David Crosby e Robbie Robertson.

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

In edicola (dicembre)

edicola Come ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro di dicembre.

ar-382AudioReview n.382Sezione musicale da me curata, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, Sympathy For The Devil dei Rolling Stones), intervista ad Arturo Stàlteri, recensione estesa dei Rolling Stones, recensioni di Metallica, Litfiba Tazenda, Temple Of The Dog, John Cale, Vasco Rossi (ristampa in vinile).

 

 

 

Blow UpBlow Up n.223. Playlist 2016, recensioni di Assalti Frontali, The Men e Amerigo Verardi.

 

 

 

 

 

 

 

cr-49Classic Rock n.49. Interviste a Litfiba e Silver Apples, recensioni di Litfiba e Theatre Of Hate.

Categorie: presentazioni | Tag: | 1 commento

Anarchy In The U.K. (40)

anarchy-40-copIl 26 novembre 2016, il primo 45 giri dei Sex Pistols ha compiuto quarant’anni, e su Fanpage.it abbiamo deciso di celebrarlo degnamente. In poche ore, il giorno stesso, sono così stati pubblicati ben tre miei contributi, ovvero:

un articolo “celebrativo”, che al tempo stesso è una sorta di “punk for dummies.

una videointervista a Glen Matlock, originario bassista della band nonché autore della musica del brano, filmata a Roma mesi fa.

la mia rubrica settimanale “La Torre di Babele”, dedicata nella circostanza all’arrivo del punk in Italia.

Credo avesse senso riportare qui i relativi link, a beneficio di quanti non seguono Fanpage o non mi leggono su Facebook.

Categorie: interviste, presentazioni | Tag: , | 2 commenti

In edicola (novembre)

edicola
Come ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro completo di novembre (ma ricordo che sono ancora disponibili Vinile n.4 e lo Speciale Cure).

AudioReview n.381Sezione musicale da me curata, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, Blowin’ In The Wind di Bob Dylan), intervista a Enzo Avitabile, recensione estesa di Leonard Cohen, recensioni di Enzo Avitabile, Billy Bragg & Joe Henry, Nick Cave, Fabio Cinti, Dente, Francesco Di Bella, Metamorfosi, Neurosis, Agnes Obel, Hope Sandoval & The Warm Inventions, Leonard Cohen (ristampa in vinile) .

Blow UpBlow Up n.222. Recensioni di Mother Island e Rhino 39.

 

 

 

 

 

 

 

cr48-copClassic Rock n.48. Recensioni di Temple Of The Dog e Green Day.

 

 

 

 

 

 

 

can1-cop(Noi siamo) Cantautori n.1. Intervista a Manuel Agnelli a proposito di X Factor, recensione di Leonard Cohen.

 
Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

Pop Corn – settimana 5

logo-isoradio-4Dal 26 settembre 2016, ogni sera dal lunedì al venerdì attorno alle 22 e 15, è possibile ascoltare su Rai IsoRadio uno spazio di circa venti minuti da me ideato e condotto: “Pop Corn: musica di qualità nelle classifiche italiane degli anni ’60 e ’70”. Una preziosa occasione per approfondire canzoni belle, significative o comunque interessanti che andavano per la maggiore nella Penisola in quel periodo d’oro per il rock e il pop, ascoltandole e sentendone raccontare le storie.

Qui le scalette e i link diretti per lo streaming delle cinque puntate trasmesse dal 24 al 28 ottobre, dedicate al 1963.

Lunedì 24/10/16
Pat Boone – Speedy Gonzales
Ben E. King – Stand By Me
Joao Gilberto – Desafinado
Ray Charles – I Can’t Stop Loving You

Martedì 25/10/16
Michele – Se mi vuoi lasciare
Piero Focaccia – Stessa spiaggia, stesso mare
Edoardo Vianello – Abbronzatissima
Gino Paoli – Sapore di sale

Mercoledì 26/10/16
Petula Clark – Chariot
Catherine Spaak – Quelli della mia età
Francoise Hardy – L’età dell’amore
Connie Francis – Un violino nel mio cuore

Giovedì 27/10/16
Neil Sedaka – La terza luna
Richard Anthony – Per questa volta
Paul Anka – Piangerò per te
Steve Lawrence – Non amarmi così

Venerdì 28/10/16
Don Backy – Amico
Adriano Celentano – Si è spento il sole
Ricky Gianco – Il tramonto
Little Tony – T’amo e t’amerò

La prima settimana (26-30 settembre)
La seconda settimana (3-7 ottobre)
La terza settimana (10-14 ottobre)
La quarta settimana (17-21 ottobre)

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

L’Italia hardcore su “Vinile”

vinile-4Sul numero 4 del bimestrale “Vinile”, uscito proprio oggi nelle edicole di tutta Italia, c’è un mio articolo di quattordici pagine dedicato al punk italiano del periodo 1981-1984: quindi, tutta la fase iniziale dell’hardcore, ma si parla anche delle band che nello stesso periodo si ispiravano al punk del ’77. Insomma, quel fenomeno di autoproduzioni e label di nicchia (qui qualcosa sull’argomento) che bene o male fa parte della storia del rock nazionale ed è tra l’altro una delle (poche) sue espressioni che godono di attenzione anche all’estero.
L’articolo, riccamente illustrato, ha un taglio storico/collezionistico (ci sono pure le quotazioni) ed è focalizzato sui dischi e non sui gruppi. Mi sono fermato al 1984 perché dall’anno dopo le produzioni si sono moltiplicate e per renderne conto ci sarebbe voluto un libro, ma il confine – lo giuro – ha comunque un suo senso concettuale e non l’ho fissato solo per risolvere il problema pratico. Unica disdetta, mancano i Negazione, perché il loro EP d’esordio è del 1985.

Categorie: presentazioni | Tag: , | Lascia un commento

In edicola (ottobre)

edicolaCome ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro completo di ottobre; manca AudioReview perché il numero di questo mese è uno speciale dedicato interamente ai prodotti Hi-Fi in commercio ed è quindi privo di spazi musicali. Per il sommario di ogni numero, cliccare sulla relativa copertina.

Blow UpBlow Up n.221. Intervista a Francesco Di Bella. Recensioni di Jack White, Mother Island, Descendents, Dente, Francesco Di Bella, Degenerates, Nicolò Carnesi.

 

 

 

 

 

cr47Classic Rock n.47. Contributi all’articolo sul cofanetto degli album mono dei Rolling Stones (introduzione, intervista al sound engineer Bob Ludwig, schede di Out Of Our Heads, Their Satanic Majesties Request, Let It Bleed e Stray Cats). Recensioni di Nick Cave, Jack White, Bon Iver, Goat.

 

 

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

Targhe Tenco 2016

club-tencoE anche per quest’anno, è fatta: i vincitori sono stati appena annunciati e, con mia grande soddisfazione, quattro su cinque sono quelli che avevo votato anch’io. Sia nella prima fase, durata mesi e riservata alla commissione selezionatrice, sia nella seconda aperta all’intera giuria di 230 elementi che ha designato le cinque nomination, sia nella terza e ultima dalla quale, appunto, sono scaturiti i nomi che passo a elencare.

Album dell’anno è “Una somma di piccole cose” di Niccolò Fabi. Per chi volesse approfondire, c’è qui un mio articolo su Fanpage.it.

“Opera prima” dell’anno è “La fine dei vent’anni” di Motta È una vittoria che mi rende particolarmente felice, visto quanto mi sono esposto – leggere qui – al tempo dell’uscita del disco.

Per l’album in dialetto, un ex aequo: Claudia Crabuzza con “Com un soldat” e James Senese & Napoli Centrale con “’O sanghe”.

Nella sezione “interpreti di canzoni non proprie” si è imposto Peppe Voltarelli con “Voltarelli canta Profazio”. Qui le mie riflessioni al proposito.

Infine, la miglior canzone è “Bomba intelligente” di Francesco di Giacomo e Paolo Sentinelli, interpretata dallo stesso Di Giacomo insieme a Elio e le Storie Tese nell’album di questi ultimi “Figgatta de blanc”. Recensendo il disco su AudioReview, ho scritto: “Spiccano per genialità “Il quinto ripensamento”, che rilegge addirittura Ludwig Van Beethoven, e la ballata “Bomba intelligente”, che ospita il violino di Mauro Pagani e che fu scritta e cantata da Francesco Di Giacomo; al compianto frontman del Banco non difettavano certo ironia e gusto per la trasgressione, e la sua presenza potrebbe servire a illuminare quanti negli Elii vedono solo degli inguaribili cazzoni“.

Le Targhe saranno consegnate in quel di Sanremo nel corso della tre giorni del 20-21-22 ottobre. Dettagli e informazioni qui: http://clubtenco.it/

Categorie: presentazioni | Tag: | 1 commento

In edicola (settembre)

 

edicolaCome ogni mese, nelle edicole è possibile acquistare riviste con miei articoli, interviste e recensioni che non sono diffusi contemporaneamente in Rete e che potrebbero apparirvi con sensibile ritardo (o mai). Questo il quadro completo di settembre. Per il sommario di ogni numero, cliccare sulla relativa copertina.

ar379AudioReview n.379. Sezione musicale da me curata, rubrica “Le canzoni raccontate” sulla storia e il significato di brani famosi (questo mese, The Passenger di Iggy Pop), recensioni estese di Emerson, Lake & Palmer (ristampe in vinile) e Cass McCombs, recensioni di Zen Circus, Michele Gazich, Wilco, Thalia Zedek, Heartworm Highways, Ultravox!, Howe Gelb, Fabrizio De André.

 

Blow UpBlow Up n.220. Recensioni di Cult Heroes, Gianni Nocenzi, Martin Phillipps, Zen Circus.

 

 

 

 

 

 

cr-46Classic Rock n.46. Recensioni di Ramones, Scientists, Wilco, Terry Reid, It’s Immaterial, Hollywood Brats.

 

Categorie: presentazioni | Tag: | Lascia un commento

Punk: lo scempio

206x273_LeScienze_NOIR_1_DATA_Giugno.inddMa guarda un po’ che cosa curiosa… proprio vero che non si finisce mai di imparare. Mi occupo professionalmente di musica da quasi quarant’anni, e oggi scopro che Seventeen Seconds dei Cure – per citare solo un esempio – è un album classificabile come punk. Non ho davvero parole per esprimere quanto secondo me la nuova collana di dischi da edicola de La Repubblica/L’Espresso sia un affronto alla corretta informazione musicale; non solo per quello che manca, visto che magari la colpa è dei diritti non concessi dalle case discografiche o da chi per loro, ma anche per i dischi  assurdi che ci sono finiti dentro.

Si legge nella presentazione: “Brani duri e veloci, chitarre rumorose e batterie potenti: questo è il punk, il più graffiante dei generi musicali. A quarant’anni dalla sua nascita, una raccolta imperdibile per ascoltare a tutto volume le band che ne hanno fatto la storia: dai Sex Pistols ai Ramones, dagli Stooges ai CCCP, dai Blink 182 ai New York Dolls“. Passi per la sballatissima iperbole de “il più graffiante dei generi musicali” che si commenta da sola, passi la superficialità con la quale si mischiano sottogeneri generi ed epoche,  ma ci mettono Seventeen Seconds dei Cure. Non so se vi rendete conto… SEVENTEENSECONDSDEICURE.

E nessuno mi venga a dire che, però, una decina di quei titoli sono comunque pietre miliari del punk propriamente, oppure che in mezzo ci sono pure i Germs e gli X: non significa nulla. L’operazione è indifendibile sotto il profilo culturale, e chi l’ha curata – non so chi sia, non mi sono preoccupato di scoprirlo e sinceramente non me ne frega nulla se probabilmente è qualcuno che conosco di persona, incontro e saluto – ha sulla coscienza l’ennesimo oltraggio alla storia del rock.

Ma chi li obbliga, a fare queste cose? Pensassero ai loro giornali e basta, no?

Categorie: presentazioni | Tag: | 35 commenti

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)