Fasten Belt, 1989

Serie “Fotografie”, n.15
Quand’ero giovane, più o meno tra i diciotto e i ventisette/ventotto anni, mi interessavo anche di fotografia. Nulla di professionale, ero un appassionato dilettante senza grandi pretese, ma dato che all’epoca fare foto costava abbastanza (a parte la macchina, c’era da pagare pellicole, sviluppo ed eventuale stampa), ero costretto a studiare bene luci, esposizione, inquadrature e soprattutto momenti giusti per scattare, sperando che andasse tutto bene (cosa che avrei scoperto solo dopo aver ritirato stampe o diapositive in laboratorio). In mezzo a tanti obbrobri sfocati, scuri, “bruciati” e/o semplicemente brutti, qualcosa di bello saltava fuori; in questa “serie” propongo stralci da questo mio album dei ricordi, raccontandone la storia.
Nel periodo a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 i Fasten Belt sono stati una delle band più significative del rock romano, e non è un giudizio di parte anche se ho rivestito il ruolo di produttore artistico dei loro tre album, due per la mia High Rise e uno per la BMG; la mia decisione di produrli era insomma una diretta conseguenza del mio apprezzamento, al di là del notevole successo che riscuotevano in città (ma non solo: dovunque andassero era il delirio). Doveva essere la primavera del 1989 quando appresi che gli Hoodoo Gurus sarebbero venuti in tour dalle nostre parti; tramite il promoter, provai a chieder loro – che mi conoscevano, di persona e come maggiore sponsor del rock australiano qui nella Penisola – se fossero interessati ad avere come spalla una band italiana consigliata da me, e la cosa andò in porto senza grandi difficoltà; così, i Fasten Belt aprirono con ottimi riscontri i tre concerti tenuti a settembre (a Milano il 23, a Rimini il 24 e a Firenze il 25) da Dave Faulkner e compagni. Dato che conoscevo i miei polli e volevo esser certo che non succedessero casini, fui io a “governare” la trasferta, accompagnandoli e dettando regole a volte impopolari; ricordo, ad esempio, che loro volevano viaggiare con le rispettive compagne ma io, preoccupato del raddoppio della carovana e delle distrazioni, posi il veto (naturalmente le ragazze si organizzarono da sole e alla prima data erano tutte sotto il palco). Furono quattro giorni un po’ tesi ma anche di divertimento sfrenato e sinceramente mi dispiace di non avere ricordi particolarmente vividi di tutto ciò che accadde.
Alla data di Firenze decisi di scattare qualche fotografia e la mia preferita è questa, che ritrae in posa plastica il chitarrista Paolo Bertozzi (tuttora mio amico fraterno). Sullo sfondo si possono notare il batterista Marco Di Nicolantonio, la schiena del cantante Alex Buccini e l’altro chitarrista Fabio Camerini; il bassista Massimo Bandiera, purtroppo, non sono riuscito a farcelo entrare. Se non proprio l’ultima, è stata di sicuro una delle ultime volte che ho utilizzato la mia Olympus OM10, che tuttora conservo con relativa valigetta di ottiche.

1: Throbbing Gristle, 1981
2: Dead Kennedys, 1981
3: Devo, 1979
4: Rob Younger, 1986
5: Tuxedomoon, 1980
6: Joe Strummer, 1981
7: Snakefinger, 1981
8: Linton Kwesi Johnson, 1981
9: B-52’s, 1980
10: Talking Heads, 1980
11. Martha Davis, 1980
12. Spandau Ballet, 1981
13. Plasmatics, 1981
14. Devo, 1980

Categorie: fotografie | Tag: | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Fasten Belt, 1989

  1. Anonimo

    Ho tuttora i primi due vinili del gruppo e la ristampa in CD di uno di essi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: