The Who – Tommy

Di questo storico disco degli Who ho scritto almeno tre volte, una delle quali piuttosto in esteso. Questa è una breve recensione di sei anni fa, relativa a una delle tante ristampe (in questo caso, parecchio estesa) e quindi poco focalizzata sul 33 giri originale. Ma tant’è.

Benché sia uno degli album più noti e globalmente apprezzati dell’epopea rock, Tommy non è il disco più amato dai fan degli Who, che di sicuro gli preferiscono – oltre al Live At Leeds che, ok, fa categoria a sé – almeno Who’s Next, Quadrophenia e The Kids Are Alright. Non così bizzarro, in definitiva, perché questo concept doppio risalente al 1969 si fonda su una storia brillante e contiene parecchi classici formidabili – The Acid Queen, Pinball Wizard, I’m Free e We’re Not Gonna Take It, per citarne solo alcuni – ma è di sicuro penalizzato da qualche eccesso di verbosità strumentale e dalla ricerca di un’imponenza che, fatta salva la naturale indole r’n’r del quartetto britannico, sembra appartenere più ai ‘70 che non ai (pur tardi) Sixties dei quali l’opera è figlia.
Si tratta in ogni caso di una pietra miliare assoluta e non c’è quindi da stupirsi che alla Universal l’abbiano riproposto nel solito delirio di differenti edizioni: CD con l’album standard ma rimasterizzato, “deluxe” con in più quasi l’intera scaletta dal vivo (esibizioni dell’epoca), “super deluxe” che aggiunge un altro CD con venticinque demo, un dischetto Blu-ray con le ventiquattro tracce in versione per audiofili e un libro di ottanta pagine più qualche gadget; sono inoltre disponibili le stampe in vinile dei “Tommy” di studio e live. Al di là di alcune curiosità peraltro non proprio decisive come l’outtake Trying To Get Through e la rara Young Man Blues, i demo e le esecuzioni in concerto possono interessare solo ai cultori di stretta osservanza, che troveranno di sicuro stimolante il giochino dei confronti. Chi non si riconosce nella categoria, invece, si accontenti dell’album standard, che oltretutto dovrebbe già avere a casa.
(da Blow Up n.186 del novembre 2013)

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “The Who – Tommy

  1. Mi piacerebbe condividere la tua recensione sulla mia pagina Facebook..
    se possibile ..la pagina è Suoni Tribali. .Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: