Un’esternazione sul vinile

Lo dico? Lo dico. Il modo in cui il cosiddetto mercato sta gestendo il “ritorno del vinile” (con tutte le virgolette del caso, dato che in realtà non se n’era mai andato) mi fa ribrezzo. Stampe sempre limitate, a volte numerate, a volte differenziate da piccoli dettagli, rimasterizzate bene, rimasterizzate male, più leggere, più pesanti, più lussuose, più al risparmio, vendute in edicola, vendute solo sui siti e ai concerti, studiate per il Record Store Day, raccolte in cofanetti dai prezzi disumani e chi più ne ha più ne metta. Sono contento per gli amici che posseggono negozi vecchio stile, che grazie a queste follie stanno respirando un po’ di ossigeno, ma per il resto lo spettacolo di questo circo grottesco basato su due cose che odio da sempre, ovvero la moda e la speculazione sulle passioni, mi interessa meno di nulla. Me ne sono reso pienamente conto l’altro ieri, quando sono andato in un bellissimo negozio con un congruo buono che avevo in tasca da mesi e nonostante l’assortimento enorme e quasi due ore di tempo ho faticato a scegliere qualcosa (parlo di novità in vinile, eh) da portarmi a casa.
Stai a vedere che, dopo averlo non troppo amato se non quasi schifato per trent’anni, finisco per innamorarmi del CD ora che si sta estinguendo.

Annunci
Categorie: memorie | Tag: | 3 commenti

Navigazione articolo

3 pensieri su “Un’esternazione sul vinile

  1. Massimo Parravicini

    Un bel CD con una copertina formato 45 giri, foto e testi ?
    Basta edizioni deluxe et similia

  2. Sebbene la musica sia analogica e che, a rigor di logica, una riproduzione analogica (ammesso e non concesso che provenga da una registrazione analogica!) “dovrebbe” essere migliore e sebbene io abbia iniziato ad ascoltare musica dal vinile, non riesco ad oggi a decidermi per questo supporto qualora ci sia a disposizione il CD o il file Hi-Res e penso che, se lo farò, sarà solo per la copertina che spesso è un’opera d’arte, al pari delle musiche contenute, alla quale gli altri formati non rendono giustizia.
    Idea: perché non mettere i CD in una bella busta formato LP dove possano trovare degno spazio copertine e testi?
    A quanto sopra aggiungiamo le medesime considerazioni sulla moda e su queste tecniche commerciali e abbiamo chiuso il cerchio.
    Ovviamente escludo da quanto sopra le ottime registrazioni di certe etichette, anche italiane, che non nomino per non fare pubblicità ma che rendono l’esperienza d’ascolto del vinile veramente magica.
    Spero solo che, oltre a dare respiro al mercato, questo serva ad avvicinare qualche ragazzotto all’ascolto della musica come dovrebbe essere fatto: fermi, seduti e in silenzio! Cercando, come davanti ad un quadro, di farsi emozionare, coinvolgere, assaporare la musica e le parole.

  3. Marco

    Destinati ad essere sempre “contro” (pur senza alcuna pretesa antagonista)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: