Luisa, rock e cuore

Ciao Luisa, ti ricordi questa foto? È dello scorso giugno e la facemmo per usarla come “cartolina-ricordo”, a beneficio del web, dei trent’anni trascorsi dall’inizio dal nostro “Stereodrome”. Ci eravamo scambiati un po’ idee per come festeggiare, tra un mese esatto, la bella avventura vissuta assieme tanto tempo fa e, sinceramente non vedevo l’ora di farlo, perché quei quattro mesi furono straordinari. Scopro ora che stamattina te ne sei andata, in modo completamente inatteso fino a pochi giorni fa, e davanti ai miei occhi passano le tante immagini di quasi quattro decenni di incontri, frequentazioni, cose combinate assieme, affetto e amicizia. Vorrei raccontarle una a una, per far sapere a tutti quelli che ti conoscevano solo come una voce che usciva dalla radio o dalle casse di un locale dove cantavi che bella persona che eri: gentile, sempre sorridente, piena di vita e amante della vita, non solo della tua ma anche di tutti quelli, umani o animali non fa differenza, ai quali volevi bene e che non potevano non ricambiarti con lo stesso sentimento. E poi eri una rocker autentica, un amico comune mi ha appena detto “per me era come Chrissie Hynde” e, diamine!, è proprio così; una rocker dal cuore d’oro che trasmetteva energia e gioia. Piango al pensiero che non ti vedrò più e mi dispiace enormemente di non averti ammirata “nei panni” di Patti Smith con la tua tribute band… tre mesi fa mi avevi invitato, non ce l’ho fatta a venire, mi sono scusato quando giorni dopo ti ho incrociata all’Auditorium tu mi hai risposto “vabbè, verrai la prossima volta, no?” Ecco, sapere che una prossima volta non ci sarà mi devasta, e non oso nemmeno pensare quanto saranno ancor più devastati coloro che avevano la fortuna di averti più vicina. A loro il mio forte, sincero e purtroppo inutile abbraccio. Ciao, Luisa. E grazie di ogni bel momento chi mi hai regalato.

In memoria di Luisa “Mann” Buoni, 1962-2018

Annunci
Categorie: memorie | 3 commenti

Navigazione articolo

3 pensieri su “Luisa, rock e cuore

  1. Luca Paisiello

    Conosciamo solo in parte il lavoro che viene fatto dietro le quinte, perdere un “compagno di viaggio”, oltreché prima ancora un amico, lascia sempre senza parole. Resta tanta musica suonata, ascoltata, scritta, narrata grazie all’impegno di queste persone che continua a stimolarci. Un abbraccio agli amici e alla famiglia di Luisa.

  2. Anonimo

    Non sono un addetto ai lavori, ma solo un semplice ascoltatore. Per questo, con la massima discrezione possibile, mi unisco al dolore
    per la perdita di colei che insieme a te, mi ha insegnato ad amare
    il rock come nessun altro grazie a quell’ edizione di “Stereodrome”, trasmissione di ineguagliabile bellezza.

    Ciao Federico, ti abbraccio. Andrea

  3. Dio non esiste, no 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: