2002: la mia playlist

Il tradizionale elenco dei “miei” dischi del 2002 apparve sul Mucchio ed era un po’ strano. Non comprendeva album italiani, perché di quelli mi ero occupato in una trattazione a parte (che magari riproporrò qui, prima o poi), e i quindici titoli erano suddivisi in tre categorie di gradimento. Rileggendoli oggi, non rilevo nefandezze, né scelte che mi fanno pensare “ma come avrò fatto a inserire…?”; credo sia una buona cosa. PS. Sì, lo so che i Noir Desir è del 2001 (settembre), ma dato che in Italia uscì l’anno seguente, e tutti – me compreso – ne parlarono solo allora, non volli lasciarlo fuori.
Solomon Burke – Don’t Give Up On Me
Korn – Untouchables
Pearl Jam – Riot Act
Queens Of The Stone Age – Songs For The Deaf
Steve Von Till – If I Should Fall To The Field
Audioslave – Audioslave
Johnny Cash – American IV – The Man Comes Around
Noir Désir – Des visages des figures
Bruce Springsteen – The Rising
Tom Waits – Alice + Blood Money
Interpol – Turn On The Bright Lights
Libertines – Up The Bracket
Mudhoney – Since We’ve Become Translucent
Joey Ramone – Don’t Worry About Me
System Of A Down – Steal This Album!

Le altre playlist annuali presenti ne “L’ultima Thule”:
1979
1980
1982
1984
1985
1986
1987
1990
1991
1995
1996
1997
2000
2001

2004
2006
2007
2013
2014
2015
2016
2017

Annunci
Categorie: playlist | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “2002: la mia playlist

  1. Donald

    Gli esordi di Interpol e Libertines li ho amati all’uscita e li amo tuttora (mi piacque moltissimo anche l’esordio dei The Vines). Lo ascoltasti “The Kiss of Morning” di Coxon (il suo quarto solista, anche quello del 2002)? Gran bel disco (come tutti i suoi da solista, d’altronde, a proposito, è appena uscito il suo nono da solista “The End of the F***ing World” colonna sonora dell’ononima serie tv)

  2. Gian Luigi Bona

    Apprezzo molto questi post perché mi ricordano sempre dischi che per un motivo o per l’altro non ho preso all’epoca. In questa lista il disco di Solomon Burke è probabilmente quello che più ho ascoltato con “The Rising” al secondo posto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: