Blaue Reiter (1982-1983)

Nel lontanissimo 1983 mi capitò di recensire il (secondo) demo di una band piemontese che di lì a poco sarebbe sparita per rinascere subito dopo dalle sue ceneri con un’altra ragione sociale. Il gruppo si chiamava in origine Blaue Reiter e per la sua nuova, non molto lunga vita (da me al tempo assai propagandata: qui una retrospettiva) si ribattezzò Viridanse. In epoca recente, i Viridanse sono poi addirittura ritornati in attività, realizzando due ottimi album dei quali non ho mancato di occuparmi sulle pagine di Blow Up. Considerato il mio stretto rapporto con l’ensemble in tutte le sue incarnazioni, è stato dunque un vero piacere, per me, scrivere le note di presentazione di un LP postumo contenente tutto il materiale registrato in studio dai Blaue Reiter; il disco in questione si intitola My Inner Thought ed è stato pubblicato alla fine dell’anno scorso in una tiratura limitata (solo vinile, niente CD) dalla Syntehtic Shadows.

È facile collegare a un periodo preciso il momento in cui i Blaue Reiter vissero, per dirla con il maestro Andy Warhol, i loro quindici minuti di (pur relativa) fama, suscitando curiosità a livello underground e inanellando una discreta sequenza di concerti. Accadde soprattutto dopo l’uscita – nell’autunno 1982 – di Gathered, antologia di emergenti curata dello staff di quel “Rockerilla” che all’epoca era la rivista di riferimento per chiunque fosse interessato alle nuove tendenze rock. Il brano della band di Alessandria – in cui Marco Goggi si concentrava su voce e batteria, Flavio Gemma suonava il basso e Paolo Boveri pensava alla chitarra – era A Correct Adulation Of Himself ed era estratto da un demo, laconicamente intitolato Five Songs, in sintonia di stile e di mood con certo post-punk minimale, incisivo nelle ritmiche e avvolto in atmosfere fosche parecchio apprezzato nello scorcio iniziale degli ‘80. Nell’aprile del 1983, il trio registrò altri quattro pezzi, diffusi in un ulteriore nastro – Demo Tape, evviva la fantasia – sulla scia del precedente. La bontà della musica e della registrazione era superiore a quella di molti vinili autoctoni del tempo, e tutto faceva credere che i Blaue Reiter – il nome derivava dal movimento artistico nato a Monaco di Baviera nel 1911, che vantava tra le sue figure di spicco Kandinskij e Klee – avrebbero presto esordito su disco. Non successe invece mai, perché Gemma e Boveri, assieme a Enrico Ferraris (già con i Dusty Zebra, ensemble pre Blaue Reiter) e Roberto Modellato, avrebbero a breve fondato i Viridanse; per loro, un valido percorso rock/wave in italiano, documentato da due lavori marchiati Contempo (ristampati nel 2012, con molti bonus, nel doppio CD Gallipoli 1915 e le altre storie), che di recente è ripartito dopo una lunga pausa.
Con appena trentatré anni di ritardo su quella che sarebbe stata la logica tabella di marcia, My Inner Thought chiude oggi il cerchio della vicenda Blue Reiter, accorpando in un LP tutto il materiale delle due cassette, il solo esistente. Non è affatto poco sul piano quantitativo, considerato come la parabola della band durò meno di un triennio e allora le cose non erano facili come ai giorni nostri, ed è tanto in termini di qualità, nonostante qualche piccolezza dovuta al gap geografico e culturale che pesa(va) su noi sudditi della periferia dell’impero rock. Andava necessariamente strappato all’oblio, e che ciò sia avvenuto è fonte di sincero piacere oltre che di soddisfazione da obiettivo centrato.

Annunci
Categorie: presentazioni | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: