1985: la mia playlist

Come ormai faccio quasi sempre a inizio mese, recupero dal cassetto un’ennesima playlist d’epoca. Questa del 1985 uscì sul Mucchio e la suddivisione dei dodici titoli in sei categorie la rende decisamente curiosa. Trentuno anni e mezzo dopo averla compilata la memoria non mi sostiene e non sono quindi in grado di dire quanto la selezione degli album risentì dell’eventuale scelta a monte di impostare l’elenco in questo bizzarro modo, o se invece l’impostazione arrivò soltanto dopo la selezione stessa. Ma saperlo non è poi così importante, giusto?

Roots rock
R.E.M. – Fables Of The Reconstruction
Thin White Rope – Exploring The Axis

Punk oriented rock
Hüsker Dü – Flip Your Wig
Zarkons – Riders In The Long Black Parade
New wave rock
Wall Of Voodoo – Seven Days In Sammystown
Sisters Of Mercy – First And Last And Always

Rock
AA.VV. – Lost In The Stars
Tom Waits – Rain Dogs
Avant-rock
Dead Can Dance – Spleen And Ideal
Jesus And Mary Chain – Psychocandy

Rock italiano
Litfiba – Desaparecido
Viridanse – Mediterranea

Le altre playlist annuali presenti ne “L’ultima Thule”:
1979
1980
1982
1984
1986
1987
1990
1991
1996
1997
2000
2001

2006
2007
2013
2014
2015
2016

Annunci
Categorie: playlist | 9 commenti

Navigazione articolo

9 pensieri su “1985: la mia playlist

  1. Ugo

    Ciao Federico, aspetto anch’io un bell’articolo su The Alley Cats e The Zarkons. Pensa che da qualche giorno su rete circola in un blog un buon (ottimo???) vinyl rip in flac di Escape … con questa dedica:
    to Federico Guglielmi, who loves The Alley Cats at least as I love them. 🙂 Ugo

  2. Luca Paisiello

    Avevo appena 14 anni e ancora colava latte dalla mia bocca, vedi quanta roba mi ero perso. Credo che non conoscessi nemmeno i Litfiba, forse i REM. Dei Viridanse mi avete incuriosito, vedo se trovo qualcosa. Grazie Federico, sei sempre uno stimolo a cercare cose nuove… anche se son datate.

  3. Giampiero

    Riportiamo piuttosto Weill nei suoi ambiti (non era classificabile rock allora tantomeno lo è adesso) e Lost in the Stars potrebbe essere ripescato dall’oblio (per me meritato ma de gustibus…). E’ puro Mucchio: prendere o lasciare, indifferenti mai.

  4. giovanni

    li ho tutti, zarkons e viridanse compresi (della serie: quando uno si fida. e ho fatto bene)

  5. DaDa

    I Viridanse “invecchiati” meno bene degli altri, i Dead Can Dance superlativi, gli altri non da meno. Anche i Wall of Voodoo post Ridgway. Altri tempi verrebbe da dire, ma suona troppo nostalgico. Comunque grande musica. First and Last and Always …..

  6. Massimo Parravicini

    Sarebbe bello un tuo post sulla parabola Alley Cats / Zarkons

  7. Alessandro

    allora Lost in the Stars non l’ho comprato solo io…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: