Ritmo Tribale (1988-1990)

Non ricordo se illo tempore avessi recensito i primi due dischi dei Ritmo Tribale, ma non importa: mi pesa il culo a cercare i giornali dove i miei scritti potrebbero trovarsi, e dovrei fare la scansione, e poi la conversione, e chi ne ha voglia? Più semplice recuperare il commento su questa loro ristampa in CD, risalente a quindici anni fa, che a quanto sembra è oggi molto richiesta dai collezionisti, persino più dei vinili originali. Della band milanese è anche disponibile, qui, un’intervista del 1999, realizzata in contemporanea all’uscita di quello che fu il suo ultimo disco.

Bocca chiusa + Kriminale
(BlackOut)
Con un’iniziativa a dir poco sorprendente, vista la scarsa cura che le major riservano di norma al loro catalogo di rock italiano, la BlackOut/Universal ha appena ristampato in un doppio CD (al prezzo un singolo) i primi due album dei Ritmo Tribale, formazione milanese che ha avuto un ruolo di primaria importanza nella storia della musica di casa nostra dimostrando la concreta possibilità di suonare vero rock con liriche in italiano; a puro titolo di esempio, basti pensare che senza il gruppo di Stefano “Edda” Rampoldi, Fabrizio Rioda e Andrea Scaglia (e Alex Marcheschi, e Briegel, e Talia Accardi…) gli Afterhours non avrebbero forse mai abbandonato l’inglese a favore dell’idioma nazionale, con tutte le conseguenze del caso (ve lo immaginate, un mondo senza Hai paura del buio? brrr…).
Racchiusi in un’unica confezione, ecco quindi il grezzo ma seminale Bocca chiusa del 1988 e il più maturo Kriminale del 1990, in origine editi rispettivamente dall’effimera Radio Base 81 e dalla mai abbastanza lodata Vox Pop: in totale, venti episodi fondati non solo sull’energia ma anche su una brillante capacità di elaborare trame complesse e creative, ideali per consentire a Edda – un cantante straordinario – di mettere in luce le sue doti di interprete tanto travolgente quanto ricco di pathos. Succede di tutto, in questi brani dove varie influenze – il punk, l’hard rock, la psichedelia, il blues e quant’altro: insomma, il Rock, quello con la “R” maiuscola – interagiscono in un continuo abbraccio di passioni e tensioni che sanno anche (Huomini, un classico) assumere sofferti toni evocativi. E tutto quel che succede è bello, importante (anche per quanto riguarda i testi) e soprattutto maledettamente sincero. I tantissimi estimatori della scena italiana contemporanea non possono proprio astenersi dal conoscere questa pietra miliare.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.510 del 19 novembre 2002

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Ritmo Tribale (1988-1990)

  1. Luca Paisiello

    Band che amo spudoratamente, i loro ultimi dischi li ho nel cuore e hanno lasciato un segno, questi effettivamente è come se dovessi sempre riscoprirli, anche se li ho sentiti parecchie volte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: