Primal Scream(adelica)

Oggi il terzo album dei Primal Scream è scolpito nella storia del rock come album epocale, ma nel 1991 – fatto salvo il generale apprezzamento – fu per molti un oggetto misterioso e spiazzante. Non senza sorpresa, ho scoperto – lo so, sembra assurdo, ma l’avevo proprio rimosso – che al tempo avevo dedicato al disco una recensione non lunga – il formato della rivista dove apparve era ridotto – ma inequivocabile, con tanto di voto altissimo (addirittura un 9). La propongo adesso qui, con piacere.

Screamadelica
(Creation)
Qualcuno li ricorderà per Sonic Flower Groove, che nel 1987 aveva proposto per la prima volta sulla lunga distanza dell’album il loro guitar sound aggraziato e avvolgente, forse prevedibile ma certo brillante nelle sue citazioni anni Sessanta; per altri, invece, il nome del quartetto di Bobby Gillespie è legato a Primal Scream, che due anni più tardi suscitò non pochi consensi altemando ballate eteree e incisivi rock’n’roll; la maggioranza, infine, avrà certo impresse nella memoria le note di Loaded, lo stravagante hit-single che in men che non si dica ha proiettato la band britannica dai club underground alle pedane delle discoteche più alla moda. Proprio da Loaded è partito il progetto rivoluzionario degli ultimi Primal Scream: una rivoluzione di sostanza e di forma che con questo scintillante Screamadelica ha centrato l’obiettivo, da tanti fallito, di edificare un singolare archetipo di Pop Totale, poggiandosi sulle fondamenta dei miti musicali di ieri e di oggi per dare vita a sonorità nuove che fondono psichedelia e soul, Rolling Stones e rhythm’n’blues, funky e house in un caleidoscopico incedere di ritmi, armonie, noise e alchimie da studio di registrazione. E il tutto, è bene sottolinearlo, lasciando che ogni frammento confluisca nel mélange senza smarrire la sua identità ma prestandosi di buon grado al gioco allucìnato e qualche volta perverso del crossover.
È un piccolo/grande capolavoro, Screamadelica: imprevedibile, intelligente, moderno, dinamico e piacevolissimo. Un album che chiunque, anche chi (come il sottoscritto) è solito storcere la bocca al solo sentir parlare di dance, non potrà fare a meno di amare.
Tratto da AudioReview n.111 del dicembre 1991

Advertisements
Categorie: recensioni | Tag: , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Primal Scream(adelica)

  1. Massimo Parravicini

    Un sabato dell’ottobre del 1991 me ne tornai a casa con Screamadelica e Nevermind. Erano ancora i tempi in cui i dischi nuovi si compravano soprattutto in base alle recensioni e senza poterli ascoltare prima. Mi capiterà mai più qualcosa di analogo? Qualche doppietta migliore di questa se non Blonde on Blonde ed Aftermath di aprile-maggio del 1966?

    • Li recensii entrambi nello stesso numero, assieme a un altro dischetto da nulla come “Badmotorfinger”. E accanto c’era quell’altra schifezza, “Blood Sugar Sex Magik”. Credo che roba simile non capiterà mai più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: