Negazione

Sui Negazione ho scritto non poco anche in tempo reale, ma il problema è sempre il solito: non ho ancora digitalizzato quei pezzi. Nell’attesa, colmo il “buco” nel mio blog recuperando la recensione, pubblicata quattordici anni fa, di una bella antologia della band torinese.

Negazione copTuttipazzi (V2)
Separatisi nel 1992 dopo circa nove anni di frenetica attività in Italia e all’estero, i Negazione sono stati i massimi esponenti – assieme a Raw Power e Indigesti – dell’hardcore nostrano degli anni ‘80: una realtà inconfutabile che giustifica ampiamente, in occasione del decennale dello scioglimento, l’assemblaggio di questa eccellente raccolta: ben ventitré brani che coprono l’intera carriera dell’ensemble torinese, a partire dal nastro d’esordio del 1984 (intitolato Il Mucchio Selvaggio) per arrivare a due inediti del 1992, passando attraverso i primi 7”EP rigorosamente autoprodotti (Tutti pazzi, Condannati a morte nel vostro quieto vivere) e i brillantissimi album Lo spirito continua, Little Dreamer e 100%.
Più “best of” con la funzione di illustrare al pubblico più giovane il valore e l’importanza della band (anche grazie al prezzo di 15 euro e 50) che non operazione per nostalgici e collezionisti, Tuttipazzi è dunque una nitida fotografia di un percorso abbastanza singolare, prima legato agli schemi dell’hardcore punk più convulso e lancinante con testi in italiano e gradualmente approdato a un rock’n’roll estremo cantato per lo più in inglese. Un percorso all’insegna della passione e del desiderio di andare sempre in qualche modo avanti che Zazzo, Marco e Tax (al fianco dei quali si sono avvicendati nove batteristi: forse, un record) hanno compiuto senza risparmiarsi e mettendo in luce notevoli qualità in sede compositiva e interpretativa, dando vita a un suono che ancora oggi, nonostante la tanta (troppa) acqua passata sotto i ponti, rimane di grande impatto. Un gruppo assolutamente da conoscere e un album che ogni estimatore del punk (nel senso meno riduttivo del termine) non dovrebbe farsi sfuggire.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.495 del 16 luglio 2002

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: