Sonic’s Rendezvous Band

La storia di questo gruppo è raccontata seppure in breve nella recensione, e quindi non ha senso ribadirla qui. La notizia interessante è che l’oggetto in questione non è totalmente scomparso, ma è abbastanza reperibile, benché a prezzi un po’ più alti di quando, alla fine del 2006, apparve sul mercato.

Sonic's Randezvous copSonic’s Rendezvous Band (Easy Action)
Curioso, e se vogliamo anche un po’ grottesco, che un gruppo la cui vera discografia – quella, cioè, costruita durante l’attività – comprende un unico, pur stratosferico 45 giri con lo stesso brano su entrambi i lati, sia omaggiato di un cofanetto di addirittura sei CD; cofanetto, che tra l’altro non si sovrappone neppure completamente alle varie realizzazioni postume che più o meno nell’ultimo ventennio hanno provveduto, assieme a una reunion per forza di cose parziale, ad alimentare la leggenda di una delle più grandi formazioni rock di Detroit. Non era però una compagine qualsiasi, la Sonic’s Rendezvous Band: per l’organico, guidato alla pari da Fred “Sonic” Smith (ex MC5) e Scott Morgan (ex Rationals) – entrambi chitarristi, cantanti e autori – e completato dal bassista Gary Rasmussen (ex Up) e dal batterista Scott Asheton (ex Stooges), e per la bellezza davvero speciale di City Slang, furibondo inno hard/punk all’altezza dei capolavori di MC5 e Stooges, autoprodotto nel 1978 in una prima tiratura di appena mille copie.
È proprio la storica versione in studio di City Slang a chiudere come meglio non si potrebbe il sesto compact di questo box, che mette in fila quattro concerti (uno del ‘75, uno del ‘76 e due del ‘78), una quindicina tra session in cantina e rarità di studio e una sorta di antologia significativamente battezzata “il materiale migliore che avete e non avete ascoltato”: incisioni di qualità tecnica non professionale, ma mai indecente, che attraverso altri episodi autografi di grande tensione fisica/emotiva (Electrophonic Tonic, Dangerous, Sweet Nothing, Song L.) e alcune cover “da buongustai” dimostra come il quartetto avrebbe avuto tutte le carte in regola per acquisire una buona notorietà invece di rimanere, secondo l’etichetta affibbiatagli dagli affezionati estimatori, “il miglior ensemble di cui non avete mai sentito parlare”. Oppure solo una noterella a margine nelle biografie di Patti Smith, che il carismatico Fred – prematuramente scomparso nel 1994 – aveva amato e sposato.
Si potrebbe obiettare che sei compact per cinque ore e tre quarti di musica – anche se quasi ai livelli della sacra accoppiata Stooges/MC5 – sono forse un po’ troppi, e l’osservazione non sarebbe del tutto priva di fondamento… ma tutto sommato Sonic’s Rendezvous Band, con i CD racchiusi in singole bustine e un libretto a colori colmo di foto e informazioni, ha un prezzo per nulla esagerato, e il numero abbastanza esiguo di esemplari dati alle stampe rischia di renderlo presto una rarità.
Tratto da Il Mucchio n.631 del febbraio 2007

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: