Rocket From The Tombs

Dopo aver scritto la recensione qui a seguire, mi è capitato di leggere commenti di colleghi sia italiani che stranieri a proposito del disco in oggetto, firmato da questi reduci del proto-punk guidati da David Thomas dei Pere Ubu. Erano tutte più o meno positive ma, come dire?, “di circostanza”, mentre a me l’album è piaciuto sul serio; non dico certo che sia un capolavoro assoluto, intendiamoci, ma che l’ho ascoltato e lo ascolto con grandissimo piacere senza dubbio sì.

Rocket From copBlack Record (Fire)
Notevole fu lo stupore quando nel 2003 David Thomas, Cheetah Chrome e Craig Bell riformarono con altri compagni i Rocket From The Tombs, la leggendaria band di Cleveland dalla quale nel 1975 erano stati generati Pere Ubu e Dead Boys. Sembrava un estemporaneo cazzeggio, e invece no: nel 2004 arrivò un album di riletture del repertorio storico (Rocket Redux) e nel 2011 uno di materiale nuovo (Barfly). E ora, con Thomas e Bell come unici superstiti, la (discontinua) rimpatriata frutta un terzo capitolo piuttosto succinto – undici brani per mezz’ora complessiva – dove sfilano due recuperi dal set di quattro decenni fa (Read It And Weep e l’immortale Sonic Reducer), una cover di Strychnine dei Sonics e otto pezzi di composizione recente. Affiancato dai membri dei più giovani concittadini This Moment In Black History, il quintetto rinnova la malsana magia di un proto-punk graffiante e allucinato, non grezzo come quello delle origini ma dotato della stessa forza abrasiva e visionaria. Che si tratti di un esercizio intellettuale o di una resa alla nostalgia, rimane un gran bel sentire.
Tratto da Clasic Rock n.37 del dicembre 2015

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: