The Reds

Non sono “quei” Reds (dei quali, comunque, si parla seppure in breve qui), ma sono un gruppetto davvero niente male, di quelli lerci e bastardi. Godetene.

Reds copIt’s About Time (Rip Off)
Anche la cosa apparirebbe scontata proseguendo nella lettura, chiariamo subito che, omonimia e nazionalità americana a parte, non c’è relazione tra il gruppo in oggetto e quello menzionato nel Classic Rock di questo stesso numero: i Reds di It’s About Time, dei quali le note di copertina (spartane come da copione Rip Off) non specificano neppure le generalità, vengono dal Texas e propongono una musica grezza, acida e sferragliante che unisce – anche in questo caso, nel pieno rispetto delle tradizioni della label di San Francisco – punk di scuola ‘77 e attitudine lo-fi.
Picchiano duro e con ferocia, i quattro loschi figuri, badando più alla sostanza che alla forma e concentrando in appena diciannove minuti ben dodici canzoni che già dai titoli – esempi? I Hate Rules, Dead End Town, Get Out, You Never Listen, Makes Me Sick, Everyday Hate – palesano il livore nichilista che le pervade. Una ricetta, quindi, tutt’altro che personale ma non per questo povera di sapore, alla quale la “banalità” – peraltro relativa: non sono poi tantissime, oggi, le band che suonano così – non sottrae certo la capacità di impressionare sia i vecchi che da anni si nutrono di punk storico e sia i giovanissimi che, cresciuti a cibi omogeneizzati, sterilizzati e liofilizzati da mamma MTV, non hanno finora avuto l’opportunità di conoscere il gusto forte del rock’n’roll libero e selvaggio. Sarebbe fantastico se almeno alcuni di questi ultimi approfittassero dell’occasione offerta da It’s About Time – in italiano si tradurrebbe era ora!: coincidenza o segno del destino? – per imboccare la via dell’emancipazione.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.470 del 22 gennaio 2002

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: