Peter Gabriel

Seguo e ammiro Peter Gabriel dalla prima metà degli anni ‘70, ma ancora non sono riuscito a capacitarmi del blocco creativo che sembra affliggerlo da ormai qualche decennio, che purtroppo marcia di pari passo con la sua capacità di escogitare varie forme di “riciclaggio” quando tutti noi ci accontenteremmo, si fa per dire, di un album di nuovi brani (un album vero, intendo) ogni cinque o sei anni. Qui sul blog ho già recuperato un articolo riassuntivo su questo comunque formidabile personaggio; adesso è la volta di un recente DVD, che in sé è bello ma che, tanto per cambiare, mal si presta al consenso plebiscitario.

DVD Gabriel copBack To Front – Live In London (Eagle Rock)
In un tempo non lontano, quella di (ri)portare dal vivo nella loro interezza dischi significativi era considerata un‘idea fantastica. Oggi che la Retromania l‘ha trasformata in routine, il suo fascino è andato in buona parte smarrito. Sul piano concettuale, ovvio, perché gli esiti strettamente musicali sono spesso intriganti, fermo restando che nessuno crede che tali operazioni siano figlie del sacro fuoco dell‘arte; si fanno per soldi, per sfizio, per far parlare di sé, per ritrovare stimoli e/o per cercare di nascondere un momento di stanca.
Per Peter Gabriel, il problema della scarsa creatività esiste da oltre due decenni: un album vero (di sue nuove canzoni, insomma) manca dal 2002 di Up e il precedente Us risale addirittura al 1992, mentre fioccano riletture del repertorio altrui e proprio. In questo settore si colloca Back To Front, che in una ricca confezione di due CD e due DVD (o Blu-ray) – i supporti video sono comunque acquistabili anche separatamente – più un libro propone un esaurientissimo resoconto dei concerti londinesi del 21 e 22 ottobre 2013, nell‘ambito del tour tuttora in corso in cui l‘ex Genesis e la sua formidabile band eseguono interamente So del 1986 – una delle pietre miliari nella carriera del musicista britannico – assieme a una dozzina di altri brani storici, quattro dei quali in versioni acustiche. Un DVD e i due CD documentano lo show nudo e crudo, mentre l‘altro DVD contiene il relativo film di Hamish Hamilton, proiettato nei cinema la scorsa primavera: spettacolo sobrio ma di grande impatto visivo ed emotivo, voce in forma (a differenza del fisico, assai appesantito), interpretazioni in linea con i modelli, scaletta notevole e riprese straordinarie sotto il profilo tecnico, per un prodotto tanto valido quanto, in assoluto, inutile. Consigliatissimo, tuttavia, per la vasta platea dei fan e per eventuali curiosi dell‘ultim‘ora.
Tratto da AudioReview n.354 dell‘agosto 2014

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Peter Gabriel

  1. Mi sono sempre un po’ stupito di come venga poco considerato Peter Gabriel, anche magari in ambienti dove dovrebbe esserlo maggiormente.
    Forse in gran parte è proprio dovuto alla sua latitanza dal comporre che negli ultimi decenni l’ha contraddistinto.
    Che poi Us e Up (soprattutto il primo) sono pieni di canzoni bellissime.

    • Beh, per un lungo periodo è stato consideratissimo e comunque lo è tuttora. Però, appunto, probabilmente ha pagato il suo battere la fiacca negli ultimi due decenni, più o meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: