Smashing Pumpkins

Questa è la quarta volta che nel blog si affronta il mondo Smashing Pumpkins: la prima fu con un‘intervista a Billy Corgan realizzata al tempo di Mellon Collie And The Infinite Sadness, la seconda con un‘altra intervista relativa alla sua breve fase solistica, la terza con lo splendido video di Bullet With Butterfly Wings. Mancano un’ulteriore intervista e un sacco di recensioni, ma presto o tardi rimedierò. Intanto, ecco un DVD per molti versi strano ma certo non privo di motivi di interesse.

Smashing Pumpkins DVD copIf All Goes Wrong
(Coming Home)
Un anno e mezzo dopo il “grande ritorno” degli Smashing Pumpkins, che poi non sono quegli Smashing Pumpkins ma tant’è, il bilancio non è tragico ma neppure particolarmente positivo: Zeiteist, il frutto della semi-reunion, ha venduto in misura inferiore alle forse troppo entusiastiche previsioni di Billy Corgan, al punto da indurlo di recente ad annunciare che d’ora innanzi, vista la scarsa ricettività del mercato ai progetti complessi, il suo gruppo non realizzerà più album ma solo singoli. Nell’attesa di appurare se le cose andranno davvero così, o se invece il proclama si rivelerà l’ennesima “sparata” di un artista umorale almeno tanto quanto geniale, ecco uscire questo doppio DVD, il cui programma principale è articolato in due parti ben distinte: l’omonimo documentario di un’ora e quaranta minuti dedicato alla preparazione e allo svolgimento dei venti concerti americani dell’estate 2007 (prima nove al piccolo Orange Peel di Asheville, North Carolina, e poi undici al Fillmore di San Francisco), il tutto con interviste esplicative di brani e situazioni, brevi stralci di show e “siparietti” di ogni genere, e le quasi due ore di sola musica dal vivo – batteria, basso, tastiere, chitarra, voce – ripresa da varie date e montata in un’unica, omogenea sequenza come se si trattasse di un solo show.
Numerosi i motivi di interesse del prodotto, ovviamente destinato per lo più al (vasto) pubblico dei fan irriducibili della band di Chicago: basti pensare che dei diciassette titoli proposti integralmente, tre dei quali in due versioni (contenuti extra compresi), sette sono inediti su disco, e gli altri dieci – eccetto Blues Skies Bring Tears, The Crying Tree Of Mercury ed Heavy Metal Machine, da Machina – sono stati pubblicati solo come bonus track di Zeigeist (del quale non viene quindi ripresa alcuna canzone) e/o su più o meno oscuri singoli e antologie di rarità. Eppure, nonostante la mancanza di hit, la performance scorre bene, alternando esplosioni rumorose e avvolgenti trame elettroacustiche: rock senza freni né barriere, che asseconda l’indole magniloquente e “progressiva” di un Billy Corgan del quale non si può non riconoscere – oltre al carisma sul palco – talento, ispirazione (sarà pure composto da “scarti” e brani non ancora rodati, ma il livello musicale è altissimo) e coraggio. Curiosa e illuminante, infine, l’intervista a Pete Townshed sul rapporto tra fan e artista, e assurdo che B0lly, per il quale essere capito qualsiasi cosa dica o faccia è vitale, non abbia imposto l’inserimento di sottotitoli.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.654 del gennaio 2009

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: