James Chance

Sono certo di avere assistito a un concerto di James Chance (o White che dir si voglia) nei primi anni ‘80, ma non ricordo né dove né esattamente quando e il mio elenco ha purtroppo più di qualche buco. È comunque certo che, in quei lontani giorni, il musicista americano fosse un‘autentica iradiddio; improbabile che lo fosse ancora un ventennio abbondante dopo, e invece…

Chance DVD copChance Of A Lifetime (Dbk)
Non avendo assistito ad alcuna delle recenti performance di James Chance, e conoscendo i burrascosi trascorsi del personaggio in tema di sostanze assunte, sarebbe lecito – di fronte al sottotitolo Live In Chicago 2003 – ritenere questo DVD una speculazione di bassa lega su un nome decaduto ma senza dubbio glorioso: già, perché il Chance/White di cui sopra è stato una delle figure cardine della cosiddetta no wave newyorkese degli ultimi ‘70 e quindi, per estensione, uno degli inventori del punk/funk, di certa avanguardia filo-rumorista e di altri fenomeni musicali oggi frequentati e apprezzati anche dai giovanissimi. A sorpresa, invece, il concerto qui immortalato vede il cantante e sassofonista in gran forma: appesantito, d’accordo, e abbastanza segnato dagli stravizi, ma sempre capace – con il sostegno dei giovani ma fulminati componenti della band locale Watchers, nonché del fratello David, nel ruolo di maestro di cerimonie e vocalist aggiunto – di muoversi tra groove, sperimentazione, improvvisazione jazz, ferocia e assortite dissennatezze, rielaborando il repertorio che fu dei suoi Contortions. Il dinamismo sul palco non è naturalmente lo stesso dei giorni del capolavoro Buy (qui rappresentato da parecchi classici: Throw Me Away, Designed To Kill, Roving Eye, Twice Removed e l’imprescindibile Contort Yourself), ma poiché si parla di qualcuno cui un destino benevolo ha voluto donare una seconda vita c’è da rimanere davvero a bocca aperta. Settanta minuti corrosivi e travolgenti, più altri venticinque di “dietro le quinte”, per ricordare ai tanti (troppi?) allievi chi è il maestro.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.615 dell‘ottobre 2005

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: