Arcade Fire

Molto particolare, questo “film” degli Arcade Fire. Chissà se oggi lo rifarebbero così.

DVD Arcade Fire copMiroir Noir (Universal)
Gli Arcade Fire sono artisti nel senso reale del termine, e pur avendo dimostrato notevole abilità nel gestire il loro repentino successo non danno proprio l’aria di essere gente “quadrata”, di quella disposta a sacrificare la libera creatività per assecondare un qualsiasi tipo di “rigore”. Quasi superfluo, insomma, sottolineare che da questo DVD – in circolazione oltreoceano dalla fine dell’anno scorso, ma arrivato solo adesso dalle nostre parti – non ha senso aspettarsi riprese ad altissima definizione effettuate con un milione di telecamere, ostentazioni di coolness e spargimento di effetti speciali: il programma principale di Miroir noir, cioé l’omonimo documentario su Neon Bible e la successiva tournée che occupa il primo dischetto e si prolunga – si fa per dire – per settanta minuti, è un veloce montaggio di frammenti dal vivo, prove, dietro le quinte, interviste e scampoli più o meno surreali di vita on the road, il tutto restituito dallo schermo con immagini un po’ granulose e tinte sfumate a conferire all’insieme un impatto fra l’artigianale e il vintage. Complimenti, dunque, al regista Vincent Morisset, che è riuscito a conciliare genuinità, professionalità, dinamismo e poesia in un film – perché di questo si tratta – pienamente in sintonia con le suggestioni evocate dalla musica del collettivo canadese, immortalandolo in tutta la sua umanità ed evitando di celebrarne l’ormai acquisito stardom. Sperando naturalmente di non doverci trovare, nel prossimo futuro, a rimpiangere i tempi – questi che stiamo vivendo – nei quali gli Arcade Fire sapevano mantenersi candidi e in qualche modo naïf pur esibendosi anche nelle arene.
I fan di stretta osservanza, ma anche i cultori più esigenti, saranno però obbligati a indirizzarsi sull’edizione limitata “deluxe”: splendida confezione nera di cartone telato che, una volta sciolti i due nastri che la tengono chiusa, si apre a fisarmonica, aggiungendo a Miroir noir un secondo dvd di gustosissimi extra (ovviamente in video): due tracce al “Saturday Night Live”, una al “Friday Night with Jonathan Ross”, sette negli studi BBC di Maida Vale, più gli spot promozionali di Neon Bible. Ok, ci sono alcuni “doppioni” (tre interpretazioni della magnifica Keep The Car Running e due di Intervention), ma ben difficilmente qualcuno se ne lamenterà: e sebbene si tratti di materiale comunque disponibile su YouTube, quella di poterselo godere su supporto fisico e con una qualità tecnica all’altezza di quella artistica è una (piccola) gioia che vale senz’altro il prezzo da pagare.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.658 del maggio 2009

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: