Johnny Cash

Sul mercato sono disponibili parecchi DVD dell‘Uomo in Nero, ma questo è davvero speciale per molti motivi che vi saranno chiari leggendo la recensione di sei anni abbondanti fa che ho qui recuperato. Dovendone consigliare solo uno, non potrebbe essere un altro.

Cash DVD copThe Johnny Cash TV Show
(Columbia)

In quell’autentica, straordinaria epopea creativa e di vita che sono stati i suoi circa cinquant’anni di carriera, Johnny Cash ha fatto anche il conduttore televisivo. Non fu però lunghissima, l’esperienza del Man in Black nei palinsesti della ABC: neppure un paio d‘anni tra il 1969 e il 1971, ma abbastanza caratterizzati, intensi e ricchi di colpi di scena da ritagliarsi un suo posticino nemmeno tanto secondario nella “cultura” a stelle e strisce di quell’epoca: non poteva essere altrimenti, visto che il programma condotto dall’artista dell’Arkansas offriva non solo grandi quantità di ottima musica (spesso a cura del “padrone di casa”) e un entertainment relativamente vivace, ma anche discorsi a proposito di quei temi scomodi dei quali il Nostro sentiva il dovere, pur sapendosi in linea di massima controcorrente, di ergersi a portavoce.
Il (doppio) DVD in oggetto è impostato in maniera semplice ed essenziale ma non per questo povera: un susseguirsi di stralci dalle trasmissioni (dialoghi ma soprattutto canzoni, dal vivo o in playback) e interviste – recenti – a illustri sopravvissuti di quei giorni: oltre quattro ore di visione/ascolto, per un impressionante totale di ben sessantasei brani integrali proposti davanti alla folta e compiaciuta platea dello studio, con una discreta quantità di duetti a rendere la sequenza ancor più interessante ed emozionante. Già, perché da soli e/o assieme a Cash sul palco sfilano, tra gli altri, Bob Dylan e i Creedence Clearwater Revival, Joni Mitchell e Neil Young, Pete Seeger e Stevie Wonder, Ray Charles e gli Everly Brothers, Roy Orbison e Chet Atkins, Tammy Wynette e Loretta Lynn, Derek And The Dominos e Bill Monroe, Merle Haggard e Carl Perkins, Waylon Jennings e Jerry Lee Lewis, una giovanissima e bellissima Linda Ronstadt e quel Kris Kristofferson che, inoltre, svolge con discrezione (insomma, non lo si vede poi granché e lo si sente come voce fuori campo) il ruolo di “presentatore” della scaletta. Un DVD più che mai di Johnny Cash, dunque, ma diversissimo dai tanti altri in circolazione per via di questa panoramica estesa e “trasversale” nella quale il titolare dello show – che tuttavia non è sempre vestito di nero: talvolta sfoggia anzi abiti persino appariscenti, oltre a pettinature improbabilissime per il gusto odierno – afferma con prepotenza la propria assoluta centralità nel contesto del folk-pop-rock a stelle e strisce. Non puoi essere un caso, d’altronde, che il suo nome sia l’unico a a essere scolpito in quattro differenti “hall of fame”.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.642 del gennaio 2008

Annunci
Categorie: recensioni | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: