Californication (R.H.C.P.)

Anche se ai tempi, AD 1999, non erano più quelli leggendari di Blood Sugar Sex Magik, i Red Hot Chili Peppers rimanevano una formidabile band rock: di massa e non di culto, attenta più a mantenere il proprio ruolo nel gotha del r‘n‘r che a inventare nuove formule, ma alla fine che importanza ha? La title track del settimo album della band – Californication, appunto – era accompagnata da uno straordinario clip diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris, dove i quattro appaiono per lo più come protagonisti di un pirotecnico, coloratissimo videogame dedicato alla loro California (abbondano citazioni e omaggi: ce n‘è persino uno ai Germs, amatissimi da Anthony Kiedis). Le immagini in 3D, ovviamente realizzate in computer graphic, devono essere seguite con grande attenzione per non perdere i gustosi dettagli della trama, a ben vedere ricca di spunti poco rassicuranti. E la canzone sarà pure commerciale ma, non facciamo gli snob, è davvero d‘impatto.

Non ho mai disprezzato il concetto di videoclip e, al contrario, ritengo che talvolta questo strumento promozionale arricchisca il brano che accompagna, creando interessanti ibridi. A mio avviso, gli aspetti musicali e visuali andrebbero sempre valutati assieme, come se non si stesse godendo una canzone o un mini-film bensì una terza forma di espressione/comunicazione artistica. Mi fa piacere presentarne qualcuno in cui i due elementi si incontrano in modo particolarmente felice.

1. Anchor (Tu Fawning)
2. Strange Little Girl (Stranglers)
3. The Memory Remains (Metallica)
4. Hurt (Johnny Cash)
5. American Jesus (Bad Religion)
6. Arnold Layne (Pink Floyd)
7. Cupe vampe (C.S.I.)
8. Losing My Religion (R.E.M.)
9. Smells Like Nirvana (Weird Al Yankovich)
10. Boys Don’t Cry (The Cure)
11. I Wanna Go To Marz (John Grant)
12. Jocko Homo (Devo)
13. Gennaio (Diaframma)
14. Black Hole Sun (Soundgarden)
15. New Rose (Damned)
16. The Age Of The Understatement (Last Shadow Puppets)
17. Bonnie And Clyde (Serge Gainsbourg – Brigitte Bardot)
18. Where The Wild Roses Grow (Nick Cave – Kylie Minogue)
19. Dead Leaves And The Dirty Ground (White Stripes)

Annunci
Categorie: videoclip | Tag: | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: