The Screws

Ancora un album con il marchio di quella splendida etichetta che è la In The Red. È il primo dei due lavori realizzati da una band sicuramente di culto che vede fra i suoi titolari uno dei musicisti-simbolo del lo-fi, l’immenso Mick Collins. Altrettanto meritevole il successivo Shake Your Monkey, del 2001.

Screws copThe Screws (In The Red)
Verrebbe quasi da parlare di supergruppo, nel leggere che negli Screws militano tre personaggi di spicco della scena punk/lo-fi a stelle e strisce quali Terri Wahl (voce e sei corde delle Red Aunts), Dan Brown (basso dei ‘68 Comeback) e soprattutto Mick Collins, ex cantante e chitarrista di quei Gories che della scuola in questione sono certo da annoverare tra i padri fondatori; l’uso di un termine così altisonante, e per di più legato ad una concezione della musica fin troppo vacuamente sensazionalistica, striderebbe però con la realtà di una band tutt’altro che incline all’autocompiacenza, spartana come la veste grafica di questo suo primo album marchiato dall’ormai mitica etichetta californiana In The Red (tra gli artisti in catalogo: Jon Spencer Blues Explosion, Bassholes, Cheater Slicks, Blacktop, Dirtbombs, Demolition Doll Rods e Pussy Galore).
Pur non raggiungendo i livelli di potenza, frenesia e/o depravazione di altri gruppi della medesima area, e pur dando l’impressione di scadere a tratti nel manierismo, gli Screws fanno valere l’esperienza accumulata nelle tante esperienze precedenti e parallele, sublimando in mezz’ora di suoni ruvidi e urticanti il loro amore per il rhythm’n’blues e il rock’n’roll opportunamente “punkizzati”; in tutto, dodici “classici colmi d’odio”, come specificato anche in copertina, tra i quali si segnalano le tre cover (l’inquietante Jesse Lee di Frank Zappa, l’acida Kill Someone You Hate dei Redd Kross e l’isterica I Hate Music dei Mad, ensemble di culto del primo punk newyorkese), la brutale You’re Just A Bum e l’ipnotica Zulu Lulu.
Tratto da Il Mucchio Selvaggio n.344 del 23 marzo 1999

Advertisements
Categorie: recensioni | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

L'ultima Thule

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

8th of May

wild cats walk longer

Withnail e io

Il blog di Carlo Bordone

juveniledelinquentmusic

Hi NRG ROCK'N'ROLL!!!!!!!!!!!!!!!

BABYSNAKES di Massimo Del Papa

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

PELLEeCALAMAIO di Gianni Gardon

Parole in libertà: pensieri sparsi su ciò che mi ronza per la testa e ciò che mi gira attorno.

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Venerato Maestro Oppure

Il primo blog di Eddy Cilìa

BASTONATE

Dove la musica è ancora una ragione di vita (un blog di Federico Guglielmi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: